L'azienda svedese ha appena introdotto motori D4 e D6 completamente ristrutturati, ma questo non è sufficiente. Presto discuteremo anche del nuovo sistema di controllo elettronico della barca, che ora dipende dalla trasmissione. In particolare, sono stati apportati una serie di aggiornamenti a lungo termine al sistema di prestazioni entrobordo (lo chiamiamo tutti IPS), ed è stato introdotto un nuovo tail drive della serie Aquamatic DPI.
Le novità
IPS è stato introdotto per la prima volta nel 2005. Da allora ne sono state vendute 25.000 unità, dimostrando il suo grande successo. All'inizio, molte persone erano scettiche riguardo all'elica di trazione, ma i vantaggi sono diventati presto evidenti: il pacchetto IPS può risparmiare fino al 30% sul consumo di carburante grazie alla sua maggiore efficienza rispetto ai cambi esistenti, aumentare l'accelerazione del 15% e aumentare la velocità massima del 20% %. Anche i livelli di rumorosità e vibrazioni sono stati ridotti fino al 50%. Volvo IPS può essere installato in configurazioni doppie, triple o quadruple.

Ma vediamo quali nuove funzionalità sono disponibili nel 2019. Volvo Penta si è impegnata a semplificare la manutenzione, l'affidabilità e le prestazioni. In particolare, ora è possibile accedere al filtro e all'olio dall'interno dello scafo e l'olio stesso deve essere sostituito ogni due anni e la nave deve essere in acqua durante il funzionamento. Viene aggiunto un sensore per leggere la pressione dell'olio sopra il filtro per identificare rapidamente e con precisione i blocchi. Inoltre è presente un sensore di acqua nell'olio in grado di rilevare immediatamente eventuali infiltrazioni ed evitare danni al cambio.

Anche l'affidabilità è uno dei punti chiave. Il materiale degli ingranaggi è stato rinforzato con acciaio ad alta resistenza, mentre la guarnizione dell'albero di trasmissione, il supporto del cuscinetto di ingresso e l'albero superiore e i cuscinetti sono stati tutti ridisegnati per migliorare la durata. E per Aquamatic? Quando Volvo Penta ha introdotto il cambio Aquamatic nel 1959, è stata una svolta nel settore nautico perché è stato il primo sistema a combinare i vantaggi dei motori entrobordo e fuoribordo. Nel 1982, il piede poppiero Aquamatic ha adottato il cosiddetto sistema Duoprop, ovvero due eliche controrotanti che insieme forniscono un migliore controllo e trazione. Per il 2019, il cambio è stato completamente ridisegnato.

Ora è dotato di una frizione idraulica, che funziona in modo molto fluido e consente un certo grado di slittamento quando il motore gira a bassa velocità, avendo così una maggiore manovrabilità e comfort ai bassi regimi. In combinazione con il sistema di servosterzo elettrico (ora la configurazione standard dei DPI), può introdurre un sistema di posizionamento dinamico, che può mantenere automaticamente la rotta e la posizione della nave anche con la marea o il vento.

Inoltre, i proprietari ora godranno di intervalli di manutenzione più lunghi, meno parti riparabili e guarnizioni progettate per prolungare la durata. L'intervallo di sostituzione dell'olio e del filtro è stato esteso a una volta ogni due anni. Ancora una volta, l'affidabilità è la massima priorità e vengono utilizzati componenti avanzati e sensori aggiuntivi per migliorare la diagnosi e il monitoraggio delle condizioni del sistema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *